Lo staff di Punto Service ricopre ruoli e mansioni molto variegate. Ciò che accomuna il lavoro quotidiano di ogni persona che opera nella nostra cooperativa, dalla dirigenza agli assistenti, è la forte dedizione e passione nello svolgere il proprio compito.

Crediamo nella formazione continua delle nostre risorse per poter garantire sempre la certezza e la qualità di un servizio dagli standard elevati.

Distinguiamo in primis tra le professioni sanitarie, ovvero quelle che lo Stato italiano riconosce e che in forza di un titolo abilitante svolgono attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, dalle professioni di carattere amministrativo, tecnico e manageriale.

Descrizione dei ruoli

Professioni Sanitarie
L’Operatore Socio Sanitario (OSS) – Si tratta di una figura professionale che ha seguito i corsi OSS riconosciuti a livello nazionale. È la figura atta a soddisfare in prima linea le esigenze che l’utilizzatore esprime e che il committente commissiona. Opera nelle residenze per anziani, ma può anche prestare servizio a domicilio, fornendo assistenza alla fasce deboli, etc.
Infermiere – Si tratta di una figura sanitaria che, svolto uno specifico percorso universitario e iscrittosi all’albo professionale, é responsabile dell’assistenza infermieristica. Opera nelle residenze per anziani, ma può anche prestare servizio a domicilio. Nelle RSA la presenza dell’infermiere va prevista in tutti i nuclei, in numero adeguato alle dimensioni della struttura, e garantita nelle 24 ore.
Fisioterapista – Questo specialista elabora ed attua direttamente gli interventi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione soprattutto nelle aree della motricità. Nel nostro team svolge l’attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche ed occupazionali; valuta il paziente ed elabora un programma di riabilitazione personalizzato volto al superamento di eventuali problematiche, se necessario lavorando anche in équipe multidisciplinare, o propone una serie di esercizi atti a preservare la motricità.
Psicologo – Si tratta di una figura professionale atta a valutare il benessere psicofisico dei nostri assistiti, per garantir loro il migliore servizio e piena soddisfazione. Lo psicologo nelle RSA valuta eventuali deficit cognitivi e comportamentali, vuole prevenire e trattare i disturbi depressivi nell’anziano, stimolandolo quotidianamente al colloquio. Nelle strutture per minori e diversamente abili valuta se sono presenti eventuali disturbi comportamentali e cognitivi, garantendo il supporto idoneo, nonché individua eventuali malesseri e stati di disagio. Nelle comunità psichiatriche offre un fondamentale servizio personalizzato sul singolo ospite.
Medico – Nelle RSA il Medico non è inteso come il professionista che cura una malattia in senso stretto, bensì è corresponsabile della qualità di vita e di cura del residente nella struttura. Questa sua responsabilità è testimoniata dalla cartella clinica e dalla stesura di linee operative riguardanti i principali problemi di salute dei ricoverati. Questa figura professionale non garantisce dunque meri interventi di tipo ambulatoriale e puntuale, poiché attua programmi di terapia che si integrano con i programmi di sostegno globale alla persona, attuati dalla équipe di cura.

Professioni di altro tipo
Educatore, Animatore: si tratta di una figura di tipo animativo che non esclude tuttavia anche un contributo di carattere psicologico. Si tratta di una professionalità essenziale nelle strutture dedicate all’infanzia e al settore educativo, ma sempre più fondamentale anche nelle RSA per garantire la qualità di vita sia dei residenti, sia dei loro parenti e del personale di cura.
Coordinatore di un servizio – Con l’operatore deve garantire un livello qualitativo del servizio coerente con i requisiti contrattuali e con le esigenze del cliente. Impegnato al pari di ogni operatore, si adopera altresì quale tramite tra quest’ultimo ed i Direttori di struttura o servizio, o i Responsabili di Settore stessi, nel coordinare i singoli centri.
Direttore di struttura o servizio – E’ il Responsabile della struttura o del servizio e risponde in prima persona dei principi qualitativi ed etici di gestione. Conosce bene le richieste contrattuali e le risposte operative della Cooperativa alla cui scelta ha contribuito con la sua competenza. Gli operatori gli si devono rivolgere per ottimizzare il proprio ruolo, accogliendo le sue indicazioni ma anche suggerendo azioni correttive e miglioramenti per l’erogazione del servizio. Il Direttore di struttura o servizio rappresenta la Cooperativa nel servizio che dirige e quindi è depositario delle Politiche aziendali (che è tenuto a divulgare) e degli Obiettivi ad esse connessi (che è tenuto a far raggiungere).
Responsabile di Settore – si tratta di una figura manageriale che ha un ruolo principalmente di coordinamento e di amministrazione dei servizi. Ha il compito di garantire il rispetto del contratto, tiene i collegamenti con il committente e con lui si confronta periodicamente sull’andamento del servizio. E’ un punto di riferimento per i Direttori di struttura o servizio, nonché per i coordinatori stessi, i quali si rivolgono a lui per conoscere gli orientamenti della Cooperativa o quando insorgono problemi straordinari la cui soluzione necessita il coinvolgimento dell’organizzazione.
Responsabile Qualità – si tratta del manager che risponde personalmente dell’attuazione della Politica per la Qualità e dei suoi obiettivi; e si adopera come “facilitatore” per l’applicazione del sistema stesso. Questa figura supporta i Responsabili di Settore ed i Direttori di struttura o servizio nel raggiungere gli obiettivi qualitativi; analizza i dati da loro forniti con l’obiettivo di guidare il continuo miglioramento.

In questo video potrai ascoltare le testimonianze dello staff Punto Service:

La Diversità come Valore

Alla nostra cooperativa risulta preziosissimo il lavoro d’équipe, che vede nella collaborazione e l’interazione di tutte le nostre figure professionali il mezzo per realizzare il migliore servizio possibile. Crediamo inoltre che la diversità all’interno della squadra costituisca un importante valore aggiunto: la multiculturalità, la poliedricità e la varietà dei profili sono in grado di dare un contributo che tenga conto delle differenze come spinta al miglioramento.