Punto Service ha avviato in ambito residenziale una sperimentazione con un sistema tecnologico marcato CE e validato clinicamente in grado di monitorare iprincipali parametri vitali degli Ospiti attraverso l’ausilio di sensori applicati al corpo.

Questo innovativo progetto consente dunque di monitorare in tempo reale (anche 24 ore su 24) i seguenti indicatori, e comunicarli ad una postazione di controllo:

  • Pressione Arteriosa (Sistolica, Diastolica e Media)
  • ECG (Tre derivazioni standard, tre derivazioni aumentate e una precordiale)
  • Frequenza Cardiaca (tramite rilevazione dei picchi R su una traccia del segnale ECG)
  • Posizione (Prona, supina, fianco dx/sx, eretta, corsa)
  • Saturazione Ossigeno (non invasiva)
  • Temperatura

Nel corso della sperimentazione gli Ospiti dell’RSA (a letto e in movimento all’interno del nucleo) sono stati monitorati in determinati periodi della giornata grazie a questo sofisticato dispositivo medico, che ha restituito in wireless tutti i parametri di interesse ad un server centrale, posto nella stanza degli infermieri, in modo che un solo operatore potesse tenere sotto controllo tutti i pazienti monitorati tramite una semplice interfaccia grafica e un sistema di avvisi acustici.

Questo nuovo sistema è dunque in grado di dare la possibilità di accogliere ospiti dimessi da strutture ospedaliere per i quali sia necessario un alto livello di monitoraggio e di prestazioni sanitarie (pazienti post acuti), riducendo sensibilmente il numero e i tempi di ricovero presso le strutture ospedaliere di competenza territoriale e offrendo un livello di sorveglianza completo e modulabile nell’arco della giornata. Il sistema può infatti contribuire alla realizzazione di una rete di posti di continuità assistenziale a valenza sanitaria finalizzata al raggiungimento di un appropriato utilizzo dei ricoveri in strutture pubbliche, sia sotto il profilo clinico sia organizzativo-gestionale ed economico.

Punto Service mira, con il successo del progetto,  a mettere a disposizione del sistema sanitario regionale i propri presidi territoriali per accompagnare l’utente durante il percorso di cure. Questo percorso potrà quindi prevedere un periodo di deospedalizzazione protetta presso l’RSA e/o un affiancamento al proprio domicilio che garantisca l’adeguato supporto sanitario.